Rimedi casalinghi naturali per problemi alla prostata che possono darti sollievo!

Gli uomini sono predisposti a una serie di problemi alla prostata, in particolare quelli di età superiore ai 50 anni. Il ruolo della prostata è la produzione di liquido seminale. È una piccola ghiandola a forma di noce situata proprio sotto la vescica di un maschio. La ghiandola cresce una volta che la persona raggiunge la pubertà e continua a crescere. L’allargamento non diventa un problema fino a 40 anni o più. I sintomi del disturbo prostatico includono:

  • Minzione frequente, principalmente di notte
  • Sensazione di bruciore durante la minzione
  • Dolore durante l’eiaculazione
  • Dolore dietro lo scroto

Semplici rimedi casalinghi

• Semi di zucca: i medici tedeschi hanno usato semi di zucca per curare con successo l’IPB e altri disturbi non cancerosi della prostata. I semi di zucca sono ricchi di zinco e hanno proprietà diuretiche. Aiuta a rafforzare e riparare il sistema immunitario del corpo. Puoi estirpare questi semi così com’è o aggiungere sale dopo aver rimosso i gusci dei semi. Un altro ottimo modo per consumare i semi è prepararci il tè; una pinta di tè ogni giorno ti aiuterà molto.

• Semi di anguria: il tè all’anguria può aiutare a lavare il sistema in modo efficace e curare i problemi alla vescica e alla prostata. Puoi preparare il tè versando mezzo litro di acqua bollente su 1/8 di tazza di semi freschi. Il tè viene raffreddato e filtrato prima dell’uso. Una pinta di questo tè al giorno è consigliata per buoni risultati.

• Pesce: il pesce ricco di oli omega 3 può combattere la crescita tumorale e il cancro alla prostata. Salmone, tonno e sgombro sono tutti ricchi di tali oli.

• Seta di mais: gli uomini Amish hanno usato la seta di mais per generazioni per curare i sintomi dell’IPB. La seta viene tagliata dal mais, circa 6 spighe, e fatta bollire in 1 litro d’acqua per 10 minuti. Tre tazze di acqua filtrata ogni settimana possono darti sollievo dai sintomi dell’IPB.

• Pomodori: cerca di aumentare l’assunzione di pomodori nella tua dieta. Consumare pomodori, due porzioni, una settimana può ridurre di quasi la metà le possibilità di cancro alla prostata. Contiene un antiossidante chiamato licopene che aiuta a combattere il cancro.

• Soia: una dieta ricca di soia previene l’IPB. Contengono fitoestrogeni che hanno la capacità di abbassare la produzione di testosterone. Il testosterone aggrava la crescita cancerosa nella prostata. I fitoestrogeni bloccano anche lo sviluppo dei capillari sanguigni attorno ai tumori che crescono nella prostata.

• Ortica: l’ortica inibisce la funzione proteica correlata al testosterone nelle cellule della prostata. È disponibile in capsule e si consiglia di consultare il medico per il dosaggio corretto.

• Saw Palmetto: gli estratti di Saw Palmetto migliorano le funzioni urinarie e possono trattare efficacemente l’IPB. L’estratto riduce la produzione di alcuni ormoni che causano l’IPB. È disponibile come integratore nella maggior parte dei negozi di salute. Un medico può consigliare la dose giusta.